Pagherò per ordinare

Una cambiale è un documento contabile attraverso il quale una persona fisica o giuridica si impegna a pagare a qualcuno una certa somma di denaro entro un determinato periodo di tempo. E che, inoltre, consente la cessione a terzi da parte del beneficiario mediante avallo.

Pagherò per ordinare

La suddetta definizione di cambiale è una definizione tecnica. La realtà, tuttavia, è che una nota su ordinazione è una nota normale che può essere trasferita tramite approvazione. In altre parole, il beneficiario può trasferire unilateralmente il proprio diritto alla riscossione a un terzo.

Al contrario, una cambiale non resa all’ordine può essere trasferita solo mediante cessione di credito. Vedi cambiale per non ordinare

Approvazione sulla cambiale per ordinare

Il concetto di girata è un concetto cruciale in questo tipo di cambiale. Cosa significa esattamente "approvazione"? L’avallo è la legittima capacità del beneficiario di trasferire i propri diritti di riscossione a un terzo, senza la necessità del loro consenso. Cioè, è necessaria solo la volontà del promotore:

  • Endorser: è chi trasferisce la cambiale. Cioè, il beneficiario iniziale.
  • Endorsee: è la persona a cui vengono trasferiti i diritti di riscossione. Cioè, il nuovo beneficiario.
  • Firmatario: Persona che emette la cambiale e si impegna, quindi, a pagare l’importo entro un determinato periodo di tempo. In altre parole, colui che deve pagare.

Ciò significa che, se ci è stato promesso un pagamento tramite cambiale, possiamo trasferire tale diritto ad un’altra persona o ente, senza che questi debba accettarlo e senza dover avvisare chi ha promesso di pagare (firmatario). Questo è ciò che si intende con il concetto di "approvazione".

Naturalmente, ha senso avallare una cambiale a terzi solo in due casi:

  • Il girante ci anticipa il denaro: è il caso di una banca che anticipa l’ importo della cambiale in cambio di interessi.
  • Dobbiamo dei soldi alla girata: secondo la legge, una cambiale è un mezzo di pagamento. Pertanto, se dobbiamo del denaro a un’altra persona o azienda, possiamo avallare la cambiale. Il girante (nuovo beneficiario) è chi ha i diritti di riscossione.

Ora, una domanda che potremmo porci è la seguente: se so che non verrò pagato, posso usare anche la cambiale come mezzo di pagamento?

Responsabilità del promotore

È chiaro che, se si tratta di una cambiale, il beneficiario può trasferire i diritti ad un’altra persona senza il consenso del nuovo beneficiario e senza avvisare il firmatario. Ora, cosa succede se il firmatario non paga?

Quello che succede è che, a meno che il beneficiario iniziale della cambiale (favoreggiatore) non indichi una clausola che detta "senza mia responsabilità", esso deve rispondere di eventuali inadempienze della persona che ha promesso di pagare (firmatario).

Inoltre, va notato che, se vi è il sospetto che il beneficiario iniziale avalli la cambiale a un nuovo beneficiario, e lo faccia in malafede, potrebbe avere problemi legali. La legge prevede che gli avalli debbano essere in buona fede. In altre parole, se approviamo una cambiale con l’idea di danneggiare qualcun altro, potrebbe costarci una causa.

Caratteristiche di una nota da ordinare

Le cambiali su ordinazione, oltre ad avere le caratteristiche comuni di una cambiale, hanno caratteristiche che le differenziano. Le caratteristiche di una cambiale da ordinare sono:

  • Una cambiale è considerata fatta su ordinazione per difetto: se la cambiale non specifica nulla, sarà considerata fatta su ordinazione.
  • Può essere trasferito a un’altra persona: può essere trasferito a una terza parte mediante approvazione. Cioè, il beneficiario può trasferire ad un’altra persona (terza parte) il diritto a ricevere il pagamento. Questa persona, come abbiamo già indicato, può essere fisica o giuridica.
  • Non è obbligatorio avvisare il firmatario: Nel caso in cui si decida di cedere a terzi, non è necessario avvisare il firmatario. In altre parole, non è necessario informare la persona che ha promesso di pagare.
  • Il nuovo beneficiario non deve prestare il proprio consenso: sebbene per cedere i diritti della cambiale non sia necessario il consenso della persona che promette di pagare (firmatario), è necessario il consenso del nuovo beneficiario (sottoscrittore). .

Ciò premesso, si precisa che nessuno degli aspetti di cui sopra fa venir meno la validità del documento. Non importa quante volte viene trasferito o assegnato, l’impegno di pagamento non perde il suo stato.

Vedi la differenza tra cambiale da ordinare e da non ordinare