Ordinanza restrittiva

L’ordine restrittivo può essere una sanzione o una misura cautelare che consiste nel vietare alla persona che ha commesso un’aggressione di avvicinarsi alla vittima.

Ordinanza restrittiva

L’ordine restrittivo è regolato dal codice penale. È stabilito da un giudice o tribunale e sarà lui a decidere la durata dell’ordine restrittivo.

Esistono diverse forme di ordinanza restrittiva, può essere il divieto di avvicinarsi o consistere nel non risiedere nello stesso luogo della vittima o dei suoi familiari.

L’ordine restrittivo è essenziale ed è destinato ai reati di violenza di genere o di violenza domestica, pertanto di solito tutelano le seguenti persone fisiche:

  1. Coniugi o persona con cui si ha una relazione affettiva.
  2. Discendenti.
  3. Minori sottoposti a tutela.

Hanno subito crimini contro la vita o aggressioni sessuali.

Contenuto dell’ordinanza restrittiva

Il contenuto dell’ordinanza restrittiva può essere riassunto come segue:

  1. Divieto di risiedere nei luoghi in cui risiede la vittima o della famiglia o di avvicinarsi ad essa.
  2. Divieto di recarsi nel luogo in cui è stato commesso il reato.
  3. Divieto di recarsi sul posto di lavoro della vittima.
  4. Divieto di avvicinare la vittima, i suoi parenti, ovunque si trovino.
  5. Divieto di comunicare con la vittima oi suoi familiari in qualsiasi modo, scritto, verbale o visivo.

Requisiti dell’ordine

I requisiti necessari per stabilire un ordine restrittivo sono:

  1. Ciò è stabilito da un giudice o tribunale,
  2. La vittima deve aver denunciato il delitto.
  3. Devono esserci prove sufficienti a sostegno dell’ordine restrittivo.
  4. Dovrebbe essere chiaro che la vittima o la sua famiglia si trovano in una situazione pericolosa se non viene presa la decisione relativa all’ordine restrittivo.

Violazione dell’ordine restrittivo

Nel caso in cui l’aggressore violi tale divieto, occorre distinguere due fattispecie:

  1. Che l’aggressore voleva incontrare la vittima, violando volendo l’ordinanza restrittiva. In questo caso avrai una punizione.
  2. Che l’aggressore non voleva incontrare la vittima, essendo l’incontro fortuito. In questo caso non ci sarà alcuna punizione.