Legge della domanda e dell’offerta

La legge della domanda e dell’offerta è il principio fondamentale su cui si basa un’economia di mercato. Questo principio riflette la relazione tra la domanda di un prodotto e la quantità offerta per quel prodotto, tenendo conto del prezzo a cui il prodotto viene venduto.

Legge della domanda e dell'offerta

Quindi, a seconda del prezzo di mercato di un bene, gli offerenti (quelli che vendono) sono disposti a fabbricare un certo numero di quel bene. Come i querelanti (quelli che comprano) sono disposti ad acquistare un certo numero di quel bene, a seconda del prezzo.

Il punto in cui c’è un equilibrio perché i richiedenti sono disposti ad acquistare le stesse unità che i fornitori vogliono produrre, allo stesso prezzo, è chiamato equilibrio di mercato o punto di equilibrio.

Secondo questa teoria, la legge della domanda afferma che, mantenendo tutto il resto costante (ceteris paribus), la quantità domandata di un bene diminuisce quando il prezzo di quel bene aumenta. D’altra parte, la legge dell’offerta indica che, mantenendo tutto il resto costante (ceteris paribus), la quantità offerta di un bene aumenta all’aumentare del suo prezzo.

Pertanto, la curva di offerta e la curva di domanda mostrano come varia rispettivamente la quantità offerta o domandata al variare del prezzo di quel bene.

Come si fa a pareggiare?

Per capire come raggiungere il punto di equilibrio, dobbiamo parlare di due situazioni di eccesso:

  1. Eccesso di offerta: quando c’è un eccesso di offerta, il prezzo al quale vengono offerti i prodotti è superiore al prezzo di equilibrio. Pertanto, la quantità offerta è maggiore della quantità domandata. Di conseguenza, gli offerenti abbasseranno i prezzi per aumentare le vendite.
  2. Eccesso di domanda: quando invece c’è carenza di prodotti, significa che il prezzo del bene offerto è inferiore al prezzo di equilibrio. La quantità domandata è maggiore della quantità offerta. Quindi, i fornitori aumenteranno il prezzo, poiché ci sono molti acquirenti per poche unità del bene in modo che il numero dei richiedenti diminuisca e si stabilisca il punto di equilibrio.

Rappresentazione grafica della legge della domanda e dell’offerta

Traducendo in un grafico i comportamenti di domanda e offerta che abbiamo appena spiegato, si comprende che la curva di offerta (O, linea blu) è in aumento e la curva di domanda (D, linea rossa) è in diminuzione. Il punto in cui si intersecano è noto come equilibrio di mercato.

Legge della domanda e dell'offerta_

Se partiamo dal punto iniziale in cui la quantità Q1 di un bene è domandata al prezzo P1, e per qualche causa esterna si ha un aumento della domanda fino alla quantità Q2, il prezzo del bene aumenterà fino a raggiungere P2.

Diritto dell'offerta e della domanda

Se, al contrario, accade che i venditori per qualche motivo diminuiscano la loro produzione (ad esempio, le inondazioni fanno diminuire la produzione di grano), nel grafico osserveremo uno spostamento della curva di offerta (O) verso sinistra e quindi aumenta il prezzo del bene in questione e con esso si riduce la domanda.

Legge della domanda e dell'offerta_o

In che modo la concorrenza influisce sulla legge della domanda e dell’offerta?

Come abbiamo visto negli esempi precedenti, a seconda del movimento della domanda e dell’offerta, i prezzi possono essere influenzati. In alcuni casi, se l’offerta o la domanda di un bene è molto forte, può influire sul prezzo di quel bene.

Tipi di competizione

  • Concorrenza perfetta: è una situazione economica quasi ideale e improbabile nella realtà. È un mercato in cui il prezzo di mercato nasce dall’interazione tra aziende o persone che chiedono un prodotto e altri che lo producono e lo offrono. Nessuno degli agenti può influenzare il prezzo del bene o del servizio, cioè sono dei price-taker.
  • Concorrenza imperfetta : i singoli venditori hanno la capacità di influenzare in modo significativo il prezzo di mercato dei loro prodotti o servizi. Possiamo distinguere in base al grado di concorrenza imperfetta:
    • Concorrenza monopolistica: c’è un numero elevato di venditori sul mercato, sebbene abbiano un certo potere di influenzare il prezzo del loro prodotto.
    • Oligopolio: il mercato in questione è controllato da un piccolo gruppo di società.
    • Monopoli: una singola azienda domina l’intero mercato per un tipo di prodotto o servizio, che di solito si traduce in prezzi elevati e bassa qualità del prodotto o servizio monopolizzato.
    • Oligopsonio: è un tipo di mercato in cui ci sono pochi richiedenti, sebbene ci possa essere un gran numero di fornitori. Pertanto, il controllo e il potere sui prezzi e sulle condizioni di acquisto sul mercato spettano ai richiedenti o agli acquirenti.
    • Monopsonio: è una struttura di mercato in cui c’è un singolo attore o acquirente. Mentre potrebbero esserci uno o più offerenti.

Vediamo graficamente quando la concorrenza non è perfetta e i venditori possono influenzare il prezzo del bene. Ad esempio, se l’offerta (O) riduce forzatamente la sua produzione, causerà un aumento del prezzo del bene in questione e la domanda di quel bene diminuirà.

Legge della domanda e dell'offerta_o

Vedi la legge della domanda e la legge dell’offerta.

Surplus del produttore e surplus del consumatore

Attraverso la legge della domanda e dell’offerta, produttori e consumatori possono sapere a quale prezzo sono disposti ad acquistare un bene o un servizio. La differenza tra il prezzo di mercato e ciò che sono disposti a pagare o addebitare è nota rispettivamente come surplus del consumatore e surplus del produttore.

Il grafico delle eccedenze è il seguente:

Surplus del produttore 1

Esempio della legge della domanda e dell’offerta

Supponiamo di possedere un’azienda che produce sedie in legno. Partiamo dal punto di equilibrio di mercato che abbiamo menzionato sopra. Facciamo un caso per l’offerta e un altro per la domanda.

Nel caso della cessione, immaginate che venga imposta una tassa sui produttori di beni di legno. In questo modo l’offerta si sposterà a sinistra, modificando il prezzo e riducendo il numero di posti venduti.

Offerta Spostamento 1

Dal lato della domanda, supponiamo che i clienti cambino le loro preferenze di consumo. Da questo momento preferiranno acquistare sedie in plastica per via della loro leggerezza e del basso costo. In questo caso, la quantità domandata sarà ridotta e il prezzo diminuirà.

Cilindrata richiesta 3