frazioni proprie

Le frazioni proprie sono quelle che hanno numeratore minore del denominatore. Cioè, il numero in alto è minore del numero in basso.

frazioni proprie

Alcuni esempi di frazioni proprie sono i seguenti:

Immagine 477

Le frazioni proprie sono caratterizzate perché sono equivalenti a un numero compreso tra zero e l’unità. Questo, in termini assoluti, poiché la frazione può avere segno negativo. Esaminiamo i seguenti casi:

Immagine 495

Una frazione propria è l’opposto di una frazione impropria, che ha il numeratore maggiore del denominatore.

Dobbiamo anche ricordare che possiamo definire una frazione come la divisione di un numero in parti uguali. È composto da due numeri, entrambi separati da una linea retta o inclinata (a meno che la frazione non sia mista). Il numero in alto è il numeratore, mentre il numero in basso è chiamato denominatore.

Caratteristiche delle frazioni proprie

Tra le caratteristiche delle frazioni proprie possiamo evidenziare:

  • La frazione inversa di una frazione è una frazione impropria.
Immagine 496
  • La frazione opposta a una frazione propria è un’altra frazione propria.
Immagine 498
  • A differenza di una frazione impropria, una frazione propria non può essere convertita in una frazione mista (che ha un numero intero e un componente frazionario).

Uso di frazioni proprie

Le frazioni proprie servono per esprimere una parte di un intero più grande. Cioè, rappresentano la porzione di qualcosa.

Ad esempio 1/4 d’ora significa che sono un quarto della durata di un’ora. Quindi, è equivalente a 60 minuti diviso quattro, che non è uguale a 15 minuti.