Elasticità dell’offerta al prezzo

L’elasticità dell’offerta al prezzo rivela quanto varia la quantità offerta di un bene o servizio in relazione alle variazioni del suo prezzo .

Elasticità dell'offerta al prezzo

L’elasticità dell’offerta al prezzo rivela quanto varia la quantità offerta di un bene o servizio in relazione alle variazioni del suo prezzo. A differenza di quanto avviene nel caso dell’elasticità della domanda al prezzo, nell’elasticità dell’offerta al prezzo esiste una relazione direttamente proporzionale tra il prezzo di mercato e le quantità di prodotto che i produttori sono disposti a immettere sul mercato.

Pertanto, le variazioni delle quantità si muoveranno sempre nella stessa direzione dei prezzi. Ciò è ragionevole, poiché le aziende sentono un maggiore incentivo a immettere i propri prodotti sul mercato ottenendo profitti maggiori.

Determinanti dell’elasticità dell’offerta al prezzo

L’elasticità dell’offerta al prezzo dipende interamente da una serie di fattori che ne prendono il controllo. Questi sono i seguenti:

  • La capacità dell’azienda di modificare la propria produzione, che dipende dalla tecnologia da essa applicata.
  • Costi di produzione.
  • Il fattore tempo.

Tipi di elasticità dell’offerta rispetto al prezzo

Come per l’elasticità della domanda al prezzo, l’elasticità dell’offerta al prezzo tiene conto del grado di elasticità per classificare i tipi di elasticità. Pertanto, in questo tipo di elasticità, si possono distinguere cinque tipi specifici di offerta.

  • Elastico : Si afferma che l’offerta è elastica quando una variazione del prezzo provoca una maggiore variazione delle quantità offerte. Quando l’elasticità dell’offerta al prezzo di qualsiasi bene è maggiore di 1, si afferma che questo bene è di offerta elastica.
  • Unitaria: Questo tipo di elasticità si verifica quando la variazione di prezzo provoca una variazione proporzionalmente pari alle quantità offerte del prodotto. Pertanto, questo viene riconosciuto quando l’elasticità rispetto al prezzo dell’offerta del bene è pari a 1.
  • Anelastico: questo tipo di elasticità si manifesta quando una variazione delle quantità offerte è proporzionalmente inferiore alla variazione subita nel prezzo del bene. In questo caso, quando l’elasticità è minore di 1, l’elasticità anelastica è evidente.
  • Perfettamente elastico: Praticamente questo tipo di elasticità è classificato come estremo. Nel senso che ciò si verifica quando l’elasticità dell’offerta al prezzo è pari all’infinito. Significa che un cambiamento nell’offerta (non importa quanto piccolo sia) provoca cambiamenti molto grandi nel prezzo.
  • Perfettamente anelastica: Questo tipo di elasticità, come l’elasticità perfettamente elastica, è classificata anche come caso estremo di elasticità di fornitura. Poiché si verifica quando l’elasticità dell’offerta è uguale a zero.

Formula per calcolare l’elasticità dell’offerta al prezzo

Man mano che si verificano situazioni in cui le aziende, di fronte a determinate variazioni di prezzo, modificano leggermente la quantità prodotta e immessa sul mercato. A loro volta, ci sono situazioni in cui le aziende, a fronte di determinate variazioni del prezzo del bene, modificano notevolmente le quantità disponibili per il mercato.

La formula per determinare l’elasticità dell’offerta consiste nel dividere la variazione percentuale della quantità offerta del prodotto per la variazione percentuale del prezzo di detto prodotto.

L’espressione matematica utilizzata per effettuare il calcolo è rappresentata come segue:

(terza immagine) formula Prezzo Elasticità Offerta

La parte superiore della formula indica la variazione assoluta verificata nelle quantità offerte del prodotto. Nel frattempo, la parte inferiore della formula indica la variazione assoluta del prezzo. Sapendo che (o) rivela la quantità offerta e (P) rappresenta il prezzo del prodotto.

Allo stesso modo, delta O indica la variazione assoluta delle quantità fornite e (O) rappresenta l’offerta. In basso, delta P rappresenta la variazione assoluta del prezzo e (P) il prezzo

Esempio di come calcolare l’elasticità dell’offerta al prezzo

Per conoscere il processo di calcolo dell’elasticità dell’offerta al prezzo, supponiamo che il prezzo dei petti di pollo aumenti da 5 euro a 5,50 mentre le quantità offerte per l’aumento verificato in esso salgano da 1.000 milioni di chili a 1.200 milioni di chili.

Esercizio dell’elasticità dell’offerta grafico-prezzo

(seconda immagine) Elasticità del prezzo di offerta

Eseguiamo ora il calcolo necessario per determinare in questo caso qual è il coefficiente di elasticità dell’offerta.

Per questo useremo la formula precedentemente sollevata, questa è la seguente:

(Quarta immagine) formula Prezzo Elasticità Offerta

Passaggio 1: questo passaggio serve a determinare la parte superiore della formula. Cioè, la variazione percentuale delle quantità offerte.

  1. Determiniamo la variazione assoluta delle quantità offerte, che si ottiene sottraendo l’offerta finale dall’offerta iniziale, cioè (1.000 – 1.200 = -200)
  2. Ora dividendo questo valore per la domanda iniziale. Abbiamo così: –200 / 1.000 = 0,20 che, preso come valore percentuale, è uguale (0,20 x 100 = 20%)

Questo 20% rappresenta quindi la variazione percentuale delle quantità richieste. Cioè, abbiamo determinato la parte superiore della formula.

Passaggio numero 2: questo passaggio serve a determinare la parte inferiore della formula. Cioè, la variazione percentuale del prezzo.

  1. Determiniamo la variazione assoluta del prezzo, che si ottiene sottraendo il prezzo finale dal prezzo iniziale, cioè (5,50 – 5 = -0,50).
  2. Ora dividendo questo valore per il prezzo iniziale. Abbiamo così il seguente (0,05 / 5 = 0,10) che, preso come valore percentuale, è pari a (0,10 x 100 = 10%).

Questo 10% rappresenta quindi la variazione percentuale del prezzo. Cioè, abbiamo determinato la parte inferiore della formula.

Si noti che, come indicato nel dettaglio della formula, si rinuncia convenzionalmente al segno negativo.

Passaggio numero 3: in questo passaggio finale, i valori determinati nei passaggi uno e due sono sostituiti nella formula per l’elasticità dell’offerta:

(prima immagine) Calcolo dell'elasticità del prezzo dell'offerta

Quindi l’offerta per questo prodotto è elastica, poiché il suo coefficiente di elasticità è maggiore di uno. Un cambiamento nel prezzo ha causato un cambiamento importante nell’offerta.