Costo di agenzia

I costi di agenzia sono quelli che sorgono a causa del conflitto di interessi tra preponente e agente.

Costo di agenzia

Il principale è la persona che assume e l’agente è quello assunto. Quest’ultimo svolge il suo lavoro per conto del primo. Pertanto, sia l’agente che il principale possono essere un individuo o un’organizzazione di qualsiasi tipo.

Caratteristiche del problema

Un preside può essere interessato ad assumere un’altra persona per svolgere attività per lui per diversi motivi. Ad esempio, potresti pensare di non avere abbastanza potere per farlo da solo. Inoltre, potresti essere motivato a svolgere altre attività senza trascurare le tue altre responsabilità.

Indipendentemente da quanto sopra, il contratto genera dei costi, poiché il committente non dispone di informazioni perfette sulla sua controparte. Un esempio di questa situazione è quando gli azionisti di una società assumono manager per gestirla. Da un lato, gli azionisti potrebbero essere interessati a massimizzare il prezzo delle azioni per aumentare la loro ricchezza. Allo stesso modo, sarebbero interessati a distribuire più dividendi. D’altra parte, i manager sarebbero più interessati alla crescita e al consolidamento dell’azienda. Ciò non genera necessariamente una crescita del prezzo delle azioni o maggiori dividendi nel breve termine. Di conseguenza, si genera un conflitto sulle priorità delle parti coinvolte.

Rapporto principale-agente

È comune che questo rapporto venga formalizzato attraverso un contratto. Ciò riduce al minimo il rischio di conflitto di interessi, poiché il contratto deve contenere le linee guida che regolano il rapporto.

In tal senso, si impegnano a collaborare allo svolgimento di determinate attività. Questo vale per l’amministrazione di un’azienda, la riparazione di una casa o l’assunzione di un intermediario, ad esempio.

Come ridurre i costi di agenzia?

Esistono diversi metodi utilizzati per ridurre al minimo i costi di agenzia.

Alcuni di loro sono:

  • Attività dell’agente di controllo : questa potrebbe essere una soluzione quando le attività sono facili da misurare e monitorare. Tuttavia, più è complicato da controllare, più costi genera per monitorare. Ad esempio, puoi fissare obiettivi di reddito o livelli di produzione.
  • Incentivi di sovvenzione : l’obiettivo in questo caso è garantire che l’agente e il principale abbiano gli stessi interessi. Ad esempio, attraverso l’assegnazione di azioni e opzioni, e il pagamento di commissioni. Si può anche considerare la retribuzione di efficienza.

In generale, il rischio di conflitto è ridotto al minimo riducendo l’asimmetria informativa. Cioè, più chiari sono gli interessi dell’agente, minori sono i costi che la relazione comporta. Inoltre, gli incentivi hanno l’obiettivo che ciascun individuo, perseguendo i propri interessi, raggiunga l’obiettivo del gruppo.