Capitale umano

Il capitale umano è una misura del valore economico delle competenze professionali di una persona. Si riferisce anche al fattore della produzione di lavoro, che sono le ore che le persone dedicano alla produzione di beni o servizi.

Capitale umano

Il capitale umano di una persona è calcolato come il valore attuale di tutti i benefici futuri che la persona spera di ottenere dal proprio lavoro fino a quando non smetterà di lavorare. Questo sommato al capitale finanziario rappresenta la ricchezza totale di una persona.

Essendo un importo futuro, questo è tanto maggiore quanto più una persona è giovane, poiché una persona anziana ha già ottenuto questi guadagni e li ha consumati o risparmiati, facendo ora parte del loro capitale finanziario.

La quantità di capitale umano non è la stessa per tutta la vita e diminuisce con il passare degli anni, ma può aumentare attraverso gli investimenti. L’istruzione, l’esperienza e le competenze di un dipendente hanno un valore economico.

Nel mondo degli investimenti, questo è un concetto molto importante, poiché viene preso come parte della ricchezza totale di una persona. A sua volta, viene preso in considerazione per stabilire un’adeguata strategia di allocazione degli attivi. In generale, il capitale umano è considerato come se fosse allocato a reddito fisso (obbligazioni). Questo perché i benefici si presentano sotto forma di reddito periodico e non comportano lo stesso rischio delle azioni (azioni). Pertanto, se una persona vuole destinare metà del proprio denaro alle azioni e l’altra metà al reddito fisso, l’aggiunta del fattore capitale umano dovrebbe aumentare l’allocazione del proprio capitale finanziario alle azioni e diminuire quello del reddito fisso.

Origine del capitale umano

Il concetto è stato sviluppato da Theodore Schultz e Gary Becker. Hanno considerato che è come qualsiasi altro tipo di capitale, che se investito in esso può portare molteplici benefici alla società.

Nel loro studio sostengono che gran parte della crescita economica delle società può essere spiegata introducendo la variabile del capitale umano. Poiché fino ad allora non era possibile spiegare la crescita economica utilizzando i tradizionali fattori di produzione, terra, lavoro e capitale.

Il capitale umano come fattore di produzione

Investendo nel capitale umano si aumenta la produttività dei fattori e si promuove il progresso tecnologico. Inoltre, investire in esso può ottenere molteplici vantaggi in altri settori, come benefici sociali o scientifici, tra le altre cose.

Il capitale umano è quindi considerato un fattore di produzione molto importante. Tanto che negli studi di Uzawa (1965) e Lucas (1988), è stata introdotta come variabile principale della funzione di produzione di Cobb-Douglas, sostituendo il fattore lavoro (L) al fattore capitale umano (H), e mantenimento della tecnologia (A) e del capitale finanziario (k):

capitale-umano-funzione-produzione-cobb-douglas

Importanza del capitale umano

Il capitale umano non è importante solo perché fa parte di un’equazione o perché gli esperti del settore ne hanno fatto riferimento. È il contrario, dal momento che gli economisti hanno capito questa variabile perché è un fattore fondamentale nell’economia.

Ciò detto, l’importanza del capitale umano risiede nel fatto che è l’unità fondamentale di un’azienda. In altre parole, la cosa più preziosa e importante in qualsiasi organizzazione sono le persone. E, quindi, il suo capitale umano.

Senza persone, le aziende non possono funzionare. Puoi migliorare l’efficienza, automatizzare i processi e persino robotizzare l’intera produzione, ma le persone avranno sempre il ruolo più importante riservato.

Pensa anche a una fabbrica completamente robotica. Non è possibile se alcuni tecnici lo installano, effettuano controlli e manutenzioni periodiche. Naturalmente, erano necessari ingegneri per rendere possibile lo sviluppo del robot. E, perché non dirlo, l’intervento di un gruppo di persone che ha deciso di acquistare quel modello di robot.

Insomma, l’importanza del capitale umano è indiscutibile. Ora, dobbiamo anche tenere presente che non tutto il capitale umano ha lo stesso valore. In altre parole, ci sono team e organizzazioni il cui capitale umano è più prezioso di quello di altre aziende.

Capitale umano nelle aziende

Per designare il capitale umano di un’organizzazione, viene utilizzato il concetto di risorse umane. Le aziende dipendono totalmente dalle capacità e dai talenti dei loro dipendenti, che sono la chiave del successo dell’azienda.

Molte volte si dice che un’azienda è brava solo quanto lo sono i suoi dipendenti, ed è per questo che i reparti delle risorse umane prestano grande attenzione alla selezione, gestione e ottimizzazione del personale.