Capitale assicurato

Il capitale assicurato, in ambito assicurativo, è il limite massimo di risarcimento in caso di sinistro. Tale importo deriva dall’accordo tra la compagnia di assicurazione e il suo cliente.

Capitale assicurato

Il calcolo del capitale assicurato varia a seconda del tipo di polizza. Ad esempio, se la protezione è contro il fuoco, si prende come riferimento il valore approssimativo degli oggetti che beneficiano della copertura.

Allo stesso modo, nel caso delle assicurazioni sulla vita, il capitale assicurato è soggetto ad altre considerazioni. Ci riferiamo, ad esempio, allo stipendio dell’appaltatore, ai debiti ipotecari in essere e all’esistenza di abitudini malsane che incidono sull’aspettativa di vita della persona.

Si precisa che il capitale assicurato funge da base per la stima del premio di polizza. Inoltre, deve essere incluso nel contratto.

Capitale e interessi garantiti

Per quanto possibile, dovrebbe esserci una corrispondenza tra il capitale e gli interessi assicurati. Quest’ultimo è il valore economico interessato dal verificarsi di un rischio.

Se un bene è protetto, l’interesse assicurato è stimato dopo la perdita. Per fare ciò, viene effettuata una valutazione.

Diversamente, se si tratta di un’assicurazione sulla vita, l’interesse assicurato viene determinato ‘a priori’ in sede di stipula del contratto.

Sovraassicurato e sottoassicurato

Se il capitale assicurato è maggiore degli interessi assicurati, ci troviamo in una situazione di sovraassicurazione. In altre parole, l’importo limite della copertura eccede la valutazione dei danni. Pertanto, l’assicuratore non verserà il risarcimento massimo, ma fino all’importo che consente la riparazione del danno.

Al contrario, se il capitale assicurato è inferiore agli interessi assicurati, si tratta di una circostanza di sottoassicurazione. Quest’ultimo può accadere, ad esempio, se un’opera d’arte da $ 2.000 viene coperta per $ 1.000. Quindi, se viene presentata una richiesta e il danno è di US $ 1.000, l’assicuratore risarcirà proporzionalmente per US $ 500, cioè per il 50% del ‘valore limite’.