Assetto finanziario

Un’attività finanziaria è uno strumento finanziario che conferisce all’acquirente il diritto di ricevere un reddito futuro dal venditore. Cioè, è un diritto sui beni reali dell’emittente e sul denaro che generano.

Assetto finanziario

A differenza delle attività materiali (ad esempio un’auto o una casa), le attività finanziarie di solito non hanno un valore fisico. L’acquirente di un’attività finanziaria ha un diritto (un’attività) e il venditore un’obbligazione (una passività). Le attività finanziarie possono essere emesse da qualsiasi unità economica (società, governo, ecc.).

Un’attività finanziaria trae il suo valore da quel diritto contrattuale. Grazie a questi strumenti si possono finanziare soggetti che hanno debiti e, a loro volta, chi vuole investire i propri risparmi ottiene un ritorno investendo in quel debito.

Le attività finanziarie sono rappresentate da titoli fisici o scritture contabili (ad esempio, un conto in banca).

Emissione e negoziazione di un’attività finanziaria

Trattandosi di un titolo, un’attività finanziaria attraversa tre fasi. Il primo è la sua trasmissione. Cioè, il titolo non esiste e viene creato. La seconda fase è la negoziazione nei mercati finanziari. Infine, nella terza fase, il titolo scompare.

Non tutte le risorse devono attraversare tutte e tre le fasi, ma in alcuni casi è possibile. In ogni caso, le due fasi sono comuni a tutte le attività finanziarie. Da un altro punto di vista, si possono distinguere due tipologie di mercato a seconda della fase in cui passa l’attività finanziaria:

  • Mercato primario: è quel mercato in cui i titoli di nuova emissione vengono negoziati per la prima volta.
  • Mercato secondario: è il mercato in cui vengono scambiati i titoli.

Viene emessa un’attività finanziaria, acquistata da un investitore e, da quel momento, negoziata sul mercato secondario. Come abbiamo indicato in precedenza, potrebbe accadere che l’attività finanziaria attraversi una terza fase, la sua scomparsa o estinzione. Ad esempio, un buono del tesoro a 1 anno:

Il buono del tesoro viene emesso e qualcuno lo acquisisce. Da quel momento in poi, se l’investitore che l’ha acquisita nella sua emissione, volesse venderla, dovrebbe farlo al prezzo dettato dal mercato secondario. Infine, dopo quell’anno, lo Stato che ha emesso quella lettera, restituisce i soldi all’investitore che ha il titolo in loro possesso. In quel momento, il titolo in particolare scompare.

Le caratteristiche delle attività finanziarie

Le attività finanziarie hanno tre caratteristiche fondamentali; liquidità, redditività e rischio. Ciascuno di essi può variare a seconda del tipo di attività finanziaria. Inoltre, esiste una forte relazione tra redditività, rischio e liquidità. A seconda della grandezza di uno, influenzerà gli altri. Ad esempio, un’attività finanziaria meno liquida avrà un rischio maggiore e quindi richiederà un rendimento maggiore.

  • Redditività: maggiore è l’interesse fornito dal bene, maggiore è la sua redditività.
  • Rischio: probabilità che l’emittente non adempia ai propri impegni. Maggiore è il rischio, maggiore è il rendimento.
  • Liquidità: capacità di convertire il bene in denaro senza subire perdite.

Monete e banconote, ad esempio, sono titoli di debito emessi dalla banca centrale del paese (Banca centrale europea nel caso dell’euro). Le attività finanziarie sono sempre più rappresentate da scritture contabili piuttosto che da titoli. Un esempio di ciò potrebbero essere i conti bancari.

In questo senso, il rischio di solvibilità delle banche si sta riducendo e quindi stanno diventando attività più liquide, facendo sì che le persone paghino di più con le carte bancarie anziché con monete o banconote. Questo fa sì che le banche abbiano sempre più soldi nelle loro mani e quindi più potere.

Anche il debito pubblico, le azioni ei derivati ​​finanziari sono rappresentati dalle scritture contabili, sebbene in precedenza fossero rappresentati da titoli. Negli ultimi anni, praticamente le uniche attività rappresentate da titoli sono il denaro contante e alcune carte commerciali.

Esempio di attività finanziaria

Una delle attività finanziarie più conosciute sono le azioni. Una quota è una parte aliquota del capitale sociale di una società. In altre parole, se una società è divisa in 100 azioni, per acquistarla dovremmo acquistare tutte e 100 le azioni. Saremmo quindi proprietari al 100% dell’azienda.

Allo stesso modo, se acquistassimo 30 azioni, avremmo il 30% della società. Sebbene un’azione sia rappresentativa di una società, non è un bene fisico. Non è un tavolo, una fabbrica o un computer, non puoi vederlo (a meno che tu non abbia il titolo su carta). E in tal caso, vedremmo la carta, non il suo valore effettivo.